lunedì 3 dicembre 2012

Il Linguaggio Notturno- Le Favole sono anche per Adulti

Il Linguaggio Notturno è il linguaggio della Intuizione ed è nato per attivare i nostri chakras, cioè quei sette vortici di energia disposti lungo la nostra colonna vertebrale dall'inguine alla sommità del capo. Grazie ai chakras possiamo mantenerci in grande salute e lavorare sul nostro corpo e sulla nostra mente per rallentare e invertire il processo di invecchiamento. Il Taoismo, alcune branchie del Buddhismo hanno studiato e lavorato proprio per insegnare che ci sono tanti strumenti per cambiare i processo di decadimento del corpo e della mente. Partendo dal 5° chakra, quello della gola, legato all'espressività di sè, la Cantastorie porta le sue conoscenze, la sua voce, e i suoi toni espressivi per conquistare l'attenzione del pubblico e renderlo partecipe di emozioni e sentimenti pulsanti di Vita e di Coraggio. Con il 4° chakra apre il petto e con esso il Cuore con cui riversa sulle ascoltatrici essenze di Amore, Sensibilità, Esempi di altre donne, Passione, Ribellione, per riaprire non il ricordo, ma il ri-cardio cioè ricordi di memorie antiche che premono con forza per essere RICARDIATI. Il 3° chakra erompe con l'intensità della sua azione, la Raccontastorie si muove, si agita, salta, piange, ride, Lei Può, Tutti Possono se vogliono, agire con Forza e Vitalità. Lei lo mostra mentre narra le Favole. E così attiva con magistrale azione il 2° chakra quello che si muove fluisce continuamente con le emozioni e i sentimenti, e gli ridona finalmente Importanza, Senso, Significato. Lo irrora di piacere facendo comprendere a chi ascolta quanto esso sia legato alla capacità di gioire, perchè è collegato al sentire. A questo punto tutti comprendono quanto Lei sia espressione del Primo Chakra, cioè della forza di base, Io Sono, Io mi Manifesto, e grazie alla forza trainante della Raccontastorie le ascoltatrici, gli ascoltatori, possono entrare nel mondo sacro, sconosciuto, inquietante della Favola-Trasformativa, per Arrendersi finalmente al Linguaggio Notturno e riattivare parti morte della sua Anima. E' grazie al 6° chakra che la Raccontastorie attiva la sua chiaroveggenza e la sua intuizione aprendo così le porte al suo pubblico sulla potenza della Immaginazione e facendo ciò Connette il suo Settimo chakra, quello sulla sommità del capo, al Cielo e alle Energie dell'Aria e finalmente tutti i presenti insieme a lei Volano con le loro ali sicuri e fiduciosi che non esiste nulla al mondo che li possa ostacolare, che la Vita è un impresa eroica e che loro ne sono i protagonisti: eroine ed eroi intrepidi e valorosi. Devono solo ri-imparare a crederlo!

La Raccontastorie

Dice Einstein "C'è la Regina che è l'Intuizione e la Ragione che è la sua serva. Noi viviamo in una società che ha dimenticato la Regina e onora la serva" La serva cioè la razionalità, il ragionamento lineare corrisponde al linguaggio quotidiano quello con cui noi svolgiamo le nostre attività e i nostri pensieri lineari, banali, sempre le stesse e gli stessi, ripetitivi. Ma purtroppo manteniamo questo linguaggio sempre, per tutto il giorno, perciò abbiamo completamente dimenticato come nutrire la nostra parte profonda, quella dove vivono in nostri talenti, la nostra creatività. E' il Linguaggio Notturno, quello della Cantastorie, Raccontastorie che risveglia cuori sopiti, cervelli atrofizzati che imbizzarriti ripetono sempre gli stessi solchi neuronali, imprigionati su pochi sentieri, quando il cervello potrebbe creare strade su strade a 4, 5 corsie tutte vitali e grande scorrimento. Ma per nutrire la memoria del cuore, i sentimenti che piangono inespressi dentro al corpo per questo sofferente, per dare di nuovo senso alle nostre braccia, per comprendere il senso di un petto aperto in grado di cantare a squarciagola, di partecipare con gioia agli spettacoli del palcoscenico e della vita, dobbiamo ritornare ad essere capaci di Percepire il nostro mondo interiore, e per comprenderlo abbiamo bisogno di ritornare padroni del Lingiaggio notturno quello delle fiabe, delle grandi imprese fatte nel nome dell'Anima nostra e non in nome di un territorio o di una religione che ha fatto solo massacri senza mai Insegnare la Strada del Cuore. Resuscitare fa parte del ciclo vita-morte-vita insito in tutte le culture tradizionali che insegnano a Vivere e a praticare la morte in vita, cioè a conoscere aspetti Trasformativi basilari per Resuscitare ciclicamente con visioni e prospettive ampliate e modificate a seconda dei nostri livelli di consapevolezza. Risorgere sorgere nuovamente, tutte le mattine è una microresurrezione, dalle profondità notture, dal mondo yin, ritorniamo all'azione, all'agire, all'espandersi al di fuori per Conquistare quello che desideriamo, non per ripetere sempre gli stessi gesti, le stesse azioni. Ma per Risorgere dobbiamo modificare i nostri pensieri, smettere di ripeterci sempre le stesse cose, dobbiamo credere che la Vita sia pronta a Nutrirci, ma visto che siamo noi a creare la nostra Realtà con i nostri pensieri ed azioni, dobbiam apprendere ad usare strumenti diversi per potere vedere cose diverse dalle solite. E' per questo che sono sempre esistiti i Raccontastorie, è per questo che codesto splendido mestiere deve ricominciare ad esistere. Per restituire la Fede che per la nostra Vita c'è ben altro che la solita trita ritrita banale realtà. C'è ben altro........